Blog
24 Febbraio 2011 by Facebook, Social Media, Social Network, Social Network Optimization

PageRank, no grazie meglio l’EdgeRank!

edgerankPer  anni abbiamo sentito parlare e, in alcuni casi, straparlare del PageRang di “Googliana” matrice. Manco il tempo di sentirne la mancanza che questa mattina mi si è palesato l’EdgeRank: algoritmo di visibilità di Facebook.

A differenza del misterioso [mica tanto nei principi base] PageRank di Google, Facebook sembra non fare mistero dei criteri che attribuiscono visibilità ai contenuti presenti nella sua news feed.

Tre le componenti che regalano un spiraglio di visibilità ad un contenuto proposto su Facebook:

  1. Un principio di Affinità tra le persone in relazione alla quantità e qualità della loro relazione;
  2. Il peso. Concetto meramente quantitativo relativo al numero di volte che le persone appartenenti alla nostra cerchia sociale hanno interagito con un contenuto;
  3. Freschezza del contenuto. Lo stream di Facebook è veloce e tende a fagocitare contenuti ed attenzione. Difficile trovare nei feed delle news contenuti non recentissimi.

In questa presentazione vengono proposti una ventina di consigli per rendere un contenuto più visibile ai nostri amici su Facebook . Fra questi:

  • Postare una varietà di contenuti [attenzione alla qualità senza pensare solo alla quantità] per favorire l’interazione da un maggior numero di utenti;
  • Non dimenticare che i contenuti positivi, divertenti e potenzialmente virali sono graditi su Facebook;
  • Parlare di Facebook. La gente su facebook parla spesso e volentieri di…facebook :);
  • Rispondere ai commenti in modo da aumentare il numero di interazioni;
  • Targettizzare i messaggi. Nella fase di ascolto individuare le tematiche più accreditate e provare a verificarne l’efficacia in termini di impressions ed interazioni;
  • Timing. Postare regolarmente ma non troppo di frequente. Direi importante scegliere gli orari di maggiore “ascolto” evitando di sprecare contenuti preziosi alle 4 del mattino :). Interessanti gli orari al di fuori dei periodi di massimo impegno lavorativo.;
  • Attenzione alle immagini che accompagnano un contenuto postato per determinare maggiore attenzione;
  • Personalizzare la descrizione del contenuto con frasi divertenti, accattivanti, provocatorie evitando di far proporre a facebook in automatico il titolo e la descrizione;
  • Non dimenticare di pubblicare a che contenuti propri e non solo risorse esterne;
  • Pubblicare video direttamente in modo da “embeddarli” nel flusso piuttosto che il link al post che contiene il video;
  • Evitare di usare un linguaggio complesso. Meglio essere diretti, informali e compatibili con l’ecosistema digitale in cui ci si trova;
  • Fare domande, possibilmente non stupide! ;

Occhio all’EdgeRank!!!

0 Comments

0 Comments for this post

Archivi

Categorie

Privacy Policy
  • Studio Maresca - Vicolo Belfiore,1

  • 37067 Valeggio sul Mincio [VR] - P.IVA 05093741212