Category Archives: Social Network Optimization

facebook-marketer

Signore & Signori, venghino!

Ci sono sempre stati. Li, tra i banchi delle sagre e delle feste di paese, con il loro furgone adibìto a palco, con una scenografia “teatrale”, l’imbonitore attrae l’attenzione dei curiosi, furbi e bonaccioni di ogni età. Pentole, materassi, aggeggi fantasiosi per la cucina e per la casa presentati con arte “imbonitrice” vengono piazzati ad un buon numero di astanti.

La tecnica, con il tempo, si è trasferita in televisione e … in politica [Wanna Marchi & Silvio B. docet]

Vuoi vedere che la rete la faccia franca? Manco a dirlo!

Eccoti apparire, alla fine degli anni 90,  posizionatori e maghi della visibilità che millantavano saperi e conoscenze esclusive che portavano tutti al 1° posto su Google per Hotel a Roma.

Oggi la manfrina si ripete. I social diventano teatro per gli imbonitori di turno che promettono fans, like, followers etc. ad una folla di, quanto meno, superficiali ascoltatori.

Siamo in periodo di Natale ed è giusto credere a Babbo Natale, alle renne che volano ed alla vecchietta che in sella alla scopa ci porta carbone e delizie varie. Vogliamo negare a questi personaggi ciò che abbiamo concesso per 30 anni ai loro predecessori?

Tanto per chiudere la nota e le considerazioni, ieri, ho trovato questa pagina in cui, in barba alle regole di Facebook, l’amministratore [con un palese profilo fake] promette spazi di visibilità alle aziende interessate … il problema è che non si ferma li, ti scrive anche messaggi privati elencandoti il portfolio di clienti che hanno già aderito.

Buon Natale & tanti like!

Bookmark and Share
people-rank

Arrankiamo

[quote]Voglio posizionare il mio sito sui motori di ricerca.[/quote]

Frase sempre verde ed attuale nelle richieste del cliente di turno. Inutile spiegare che il web è cambiato perché mentre glielo spieghi cambia di nuovo!

Non vorrei parafrasare il nostro premier ma bisogna farsene una ragione non esiste più il “posizionamento fisso”! Soprattutto non esiste più il posizionamento oggettivo legato a condizioni certe che restituiscono risultati certi. Le variabili che determinano i risultati negli elenchi di ricerca sono troppe, anche da elencare.

Le butto lì alla rinfusa e per difetto:

  • la cache di navigazione del proprio browser e la cronologia dei contenuti visitati;
  • l’accesso tramite login alla ricerca su Google che determina risultati legati ad una macrocategorizzazione dell’utente in riferimento alle sue predilezioni di navigazione;
  • la località da cui si accede per effettuare la ricerca;
  • la contaminazione sociale dei risultati in riferimento alle nostre cerchie di amici;
  • l’univesalizzazione dei contenuti proposti con invasione dei risultati di ricerca di content di vario genere e natura
  • algoritmi di prossimità, freschezza e device che influenzano i risultati per pertinenze temporali, geolocalizzati e da quale strumento si utilizza per la ricerca.

Insomma da non specializzato in SEO potrei andare avanti per qualche ora ed arrivare alla conclusione che si sta passando dall’egemonia del page rank ad un mix rank che vede coinvolti una serie di fattori “rankanti”.

People rank, author rank, social rank … chiamali se vuoi emorank!

I motori di ricerca non hanno più interesse a proporre cataloghi di pagine referenziate da altre pagine, cosa che ha caratterizzato la ricerca fino a qualche anno fa. C’è la necessità di proporre contenuti in riferimento ad un mix di pertinenza e trust. Criteri tradizionali insieme a contributi veicolati da una popolarità sociale generata da condivisioni di utenti autorevoli ed affidabili. La visibilità di un contenuto dipende, quindi, dalla pertinenza rispetto alla ricerca, dall’autorevolezza del sito e dell’autore, da una popolarità algoritmica, ma anche e soprattutto da un indice di socialità che si basa sulla qualità dei flussi di condivisione piuttosto che sulla quantità.

Quindi non chiedermi “voglio posizionare il mio sito sui motori di ricerca” ma [quote]come posso essere visibile per determinate persone in riferimento a determinati bisogni”.[/quote] 

Bookmark and Share