Archivio della categoria: Social Media

Linchpin Infographic Design

Facebook: post giusto al momento giusto!

Sapere quando postare contenuti sulla pagina di un’azienda turistica può essere “complicato” anche per gli esperti di web marketing. Il pubblico di ogni pagina è unico ed è sempre più attivo nel personalizzare/filtrare le regole del news feed personale. Anche con questi ostacoli, è utile rintracciare criteri generali per determinare quali giorni della settimana generano un livello più alto di attenzione e interazione.

LinchpinSEO ha creato una infografica  che mette in evidenza queste informazioni, segmentando i giorni più efficaci in relazione ai settori di attività.

Ecco alcuni dati ricavati dallo studio:

Messaggi pubblicati tra le 20 e le 07 ricevono un incremento di interazione del 14% rispetto ai post pubblicati durante l’altro arco della giornata;
• Le aziende che pubblicano una volta al giorno hanno tassi di interazione del 19% più alti rispetto ai troppo passivi e a quelli che … esagerano;
• Pagine che hanno frequenze di pubblicazione superiori alle 7 volte a settimana vedono una diminuzione del 25% nei tassi di interazione.
• L’ interazione per i post pubblicati nel fine settimana è di 14,5% superiore rispetto ai messaggi pubblicati nei giorni feriali. Però, solo il 14% di tutti i messaggi vengono pubblicati durante il fine settimana.

Se gestite una pagina Facebook di un ristorante o di un Hotel sarebbe opportuno far tesoro di questi dati al momento della pianificazione delle attività social-redazionali.

Anche se il vostro hotel o un ristorante non ha le risorse umane dedicate, sopratutto presenti nei periodi massima efficacia, si può usufruire dell’opzione di pianificazione di Facebook e mettere in coda i messaggi prima di lasciare l’ufficio per il fine settimana.

[fonte infografica: Linchpin Infographic Design]

Bookmark and Share
facebook-marketer

Signore & Signori, venghino!

Ci sono sempre stati. Li, tra i banchi delle sagre e delle feste di paese, con il loro furgone adibìto a palco, con una scenografia “teatrale”, l’imbonitore attrae l’attenzione dei curiosi, furbi e bonaccioni di ogni età. Pentole, materassi, aggeggi fantasiosi per la cucina e per la casa presentati con arte “imbonitrice” vengono piazzati ad un buon numero di astanti.

La tecnica, con il tempo, si è trasferita in televisione e … in politica [Wanna Marchi & Silvio B. docet]

Vuoi vedere che la rete la faccia franca? Manco a dirlo!

Eccoti apparire, alla fine degli anni 90,  posizionatori e maghi della visibilità che millantavano saperi e conoscenze esclusive che portavano tutti al 1° posto su Google per Hotel a Roma.

Oggi la manfrina si ripete. I social diventano teatro per gli imbonitori di turno che promettono fans, like, followers etc. ad una folla di, quanto meno, superficiali ascoltatori.

Siamo in periodo di Natale ed è giusto credere a Babbo Natale, alle renne che volano ed alla vecchietta che in sella alla scopa ci porta carbone e delizie varie. Vogliamo negare a questi personaggi ciò che abbiamo concesso per 30 anni ai loro predecessori?

Tanto per chiudere la nota e le considerazioni, ieri, ho trovato questa pagina in cui, in barba alle regole di Facebook, l’amministratore [con un palese profilo fake] promette spazi di visibilità alle aziende interessate … il problema è che non si ferma li, ti scrive anche messaggi privati elencandoti il portfolio di clienti che hanno già aderito.

Buon Natale & tanti like!

Bookmark and Share