Archivio della categoria: Social Network

My Dreamcatcher

KLM lancia MyDreamCatcher

KLM ha, recentemente, lanciato un nuovo servizio dal nome ‘MyDreamCatcher ‘ che ha lo scopo di aiutare i viaggiatori offrendo loro accesso ad informazioni locali sulle destinazioni. Quando l’utente cerca una destinazione e seleziona le date di soggiorno, MyDreamCatcher visualizza un elenco di opzioni tra alloggi, centri commerciali / negozi, ristoranti, bar e luoghi di intrattenimento in una data destinazione in un determinato momento. Le informazioni sono frutto dell’aggregazione di 12 fonti, tra le quali:  TripAdvisor , Frommers , Wikipedia , Yelp , Last.fm , Foursquare , Google, Muselia , Yr.no , Facebook , YouTube e  Flickr .

Bookmark and Share

Google Carousel: rapporto tra reputazione e visibilità

Migliorare la visibilità di una struttura ricettiva, attraverso una strategia di diversificazione della propria base reputazionale, sembra trovare una conferma in un interessante studio sulla visibilità degli hotel in Google Carousel. La maggior parte delle strutture sono concentrate a raccogliere recensioni su TripAdvisor sottovalutando le opportunità concesse dalle recensioni presenti nell’ecosistema Travel di Google. Chi tardi arriva male alloggia …

Bookmark and Share

Call center vs Twitter

Un piccolo esempio personale su come i social media possono essere un canale di customer care più efficace di quelli tradizionali.

Da oltre 3 mesi sono alle prese con frequenti disservizi da parte di Vodafone che, peraltro, non riusciva a concretizzare un rimborso. Le decine di chiamate fatte a call center, delocalizzati all’estero, non avevano prodotto alcun risultato, anche perchè parlare con un moldavo o un rumeno [senza alcuna discriminazione di sorta, solo per far capire che in certi servizi è importante comunicare in maniera chiara] di problematiche che andavano oltre “accenda e rispenga”, “di che colore è la lucetta” è impresa assai disperata.

Come l’ho risolta in 2 ore lavorative?

 

 

twitter-care

Beh non c’è che dire il SocialCRM costa meno di un call center moldavo [non vedo alcuna indignazione, in questo paese, verso questi operatori che prendono soldi dagli italiani e agli italiani fanno un bel gesto dell'ombrello in ottica occupazionale] ed è più efficace per l’azienda e per l’utente

Bookmark and Share