Archivio della categoria: Posizionamento Siti Turistici

people-rank

Arrankiamo

[quote]Voglio posizionare il mio sito sui motori di ricerca.[/quote]

Frase sempre verde ed attuale nelle richieste del cliente di turno. Inutile spiegare che il web è cambiato perché mentre glielo spieghi cambia di nuovo!

Non vorrei parafrasare il nostro premier ma bisogna farsene una ragione non esiste più il “posizionamento fisso”! Soprattutto non esiste più il posizionamento oggettivo legato a condizioni certe che restituiscono risultati certi. Le variabili che determinano i risultati negli elenchi di ricerca sono troppe, anche da elencare.

Le butto lì alla rinfusa e per difetto:

  • la cache di navigazione del proprio browser e la cronologia dei contenuti visitati;
  • l’accesso tramite login alla ricerca su Google che determina risultati legati ad una macrocategorizzazione dell’utente in riferimento alle sue predilezioni di navigazione;
  • la località da cui si accede per effettuare la ricerca;
  • la contaminazione sociale dei risultati in riferimento alle nostre cerchie di amici;
  • l’univesalizzazione dei contenuti proposti con invasione dei risultati di ricerca di content di vario genere e natura [video - foto - testo - pdf - etc.]
  • algoritmi di prossimità, freschezza e device che influenzano i risultati per pertinenze temporali, geolocalizzati e da quale strumento si utilizza per la ricerca.

Insomma da non specializzato in SEO potrei andare avanti per qualche ora ed arrivare alla conclusione che si sta passando dall’egemonia del page rank ad un mix rank che vede coinvolti una serie di fattori “rankanti”.

People rank, author rank, social rank … chiamali se vuoi emorank!

I motori di ricerca non hanno più interesse a proporre cataloghi di pagine referenziate da altre pagine, cosa che ha caratterizzato la ricerca fino a qualche anno fa. C’è la necessità di proporre contenuti in riferimento ad un mix di pertinenza e trust. Criteri tradizionali insieme a contributi veicolati da una popolarità sociale generata da condivisioni di utenti autorevoli ed affidabili. La visibilità di un contenuto dipende, quindi, dalla pertinenza rispetto alla ricerca, dall’autorevolezza del sito e dell’autore, da una popolarità algoritmica, ma anche e soprattutto da un indice di socialità che si basa sulla qualità dei flussi di condivisione piuttosto che sulla quantità.

Quindi non chiedermi “voglio posizionare il mio sito sui motori di ricerca” ma [quote]come posso essere visibile per determinate persone in riferimento a determinati bisogni”.[/quote] 

Bookmark and Share

C’era una v…olta [4°]

Interessante presentazione di Riccardo Perini che entra a far parte della “collezione” del c’era una v…olta !

Qualche altra considerazione l’avevo fatta qualche mese fa in questo post.

Bookmark and Share