Blog o non Blog, questo il problema?

blog-non-blogDa qualche mese penso ai motivi che mi spingono a tenere aperto un blog personal/aziendale. Penso che ci ripenso ma non trovo il tempo per fare un punto della situazione.

Ieri mi ha contattato Arturo Salerno chiedendomi un confronto sull’argomento. Ho dovuto, grazie ad Arturo, ripensarci!

Per chi scrivo, chi mi legge e perchè…e anche,[vogliamo essere crudi e pratici] a cosa mi serve?

Tutte le risposte mi portano alla conclusione che tenere un blog tradizionale mi sta stretto. E’ inutile che parli di Google Hotpot, forse è meglio che condivida le mie considerazioni sulla macrotematica [e macrodinamica] relativa alla GeoLocalizzazione .

E se così è un post diventa stretto, piatto, poco profondo e, francamente, inutile!

Inutile perchè l’argomento in termini didascalici è stato, è e sarà affrontato da centinaia di blogger più bravi di me nel fare quel tipo di post.

Che faccio chiudo il blog? No no, non se ne parla neppure.

Credo che sia arrivato il momento di cambiare pelle al mio B-Log facendolo diventare [piano piano perchè il tempo è poco] un Hub-Log.

Cosa significa? Me lo ha chiesto anche l’amico Arturo Salerno.

Come al solito mi rinchiudo in definizioni autistiche che hanno un significato solo per me, e non sempre :(

Per cercare di spiegare parto dalle definizioni.

Un hub è un concentratore di risorse e, allo stesso, tempo un distributore delle stesse. Non parlo di un mero aggregatore passivo ed automatico. Parlo di ciò che ogni giorno, in maniera spontanea ed inconsapevole, ormai, faccio.

Navigo la rete, condivido, segnalo, “bookmarko” etc. etc. Tutte queste attività le svolgo in maniera disaggregata perdendone la memoria storica consegnandola ad altre piattaforme.

Ecco come vedo il mio Hub-Log. Un contenitore che mi rappresenti nella totalità dei contributi che voglio condividere sulla mia rete sociale. Il mio blog mi rappresenta in parte ma la miglior o peggior [dipende dai casi] fotografia di me stesso è presente su altri raccoglitori.

Sito aperto o sito chiuso. Sito puro o contaminato. In questi anni ho letto e discusso di tante etichette e modalità di approcciare la comunicazione sul web.

In fondo questa cosa avevo cercato di spiegarla a me stesso oltre un anno fa.

Da oggi faccio, anzi, cercherò di fare un Hub-Log :)

Bookmark and Share

10 pensieri su “Blog o non Blog, questo il problema?

  1. Black Jerry

    L’evoluzione; la precursione di un modello che dopo anni di percorso va evoluto e reso come risorsa.
    Si perchè è una risorsa!!!
    Andar più veloci degli altri comporta l’evoluzione a nuove forme di comunicazione.
    La tua espressione “perchè l’argomento in termini didascalici è stato, è e sarà affrontato da centinaia di blogger più bravi di me nel fare quel tipo di post.” descriva la tua ricerca interiore di evoluzione.
    Ciao

  2. Danilo Pontone

    Tu puoi far diventare questo blog anche un romanzo a puntate, un fumetto, una rivista, un enciclopedia, anche un wc pubblico…fatto sta che continuerò a leggerlo :D

    Anto l’idea mi piace molto, soprattutto perchè così dovrò dannarmi di meno a girovagare per la rete ahahah, lo farai tu per me. Scherzi a parte, son curioso di vedere questo nuovo taglio che darai al blog. ;)

    1. Antonello Maresca Autore articolo

      Grazie Dani per la tua stima :)

      Proverò a ripensare questo spazio appena i due mesi di lavoro arretrato mi daranno tregua.

      Stay Tuned [come dicono quelli che parlano le lingue :]

  3. Vito Lioce

    Devo ammettere che sei uno dei miei punti di riferimento, ed è bello avere a che fare con gente come te.
    Ogni tanto anche a me vengono i tuoi stessi dubbi, ma li attribuisco al fatto che io sono un blogger “newbie”; e forse, questa è una delle risposte che cercavo. Grazie!

  4. Giovanni Cerminara

    Si interessante post, molto filosofico di intendere il blog, non dimentichiamoci che il blog è un diario personale alla fin fine, ed ognuno deve poter sentirsi libero di scrivere, raccontare e raccontarsi in qualsiasi modo ritenga opportuno. Stai progettando una nuova forma di blog…ed io come dice Danilo continuerò comunque a leggerti e come dice Arturo sei sempre fonte di riflessione. Grazie!

I commenti sono chiusi.