Blog
16 luglio 2010 by Progetto Web, Social Media, Social Network, Social Network Marketing, Social Travel, Travel 2.0, Web Marketing Turistico

Ultima Chance

LastChanceQualcuno si ostina a chiamarlo Travel 2.0, Social Travel etc., sulla scia della tanto usata ed abusata etichetta del Web 2.0.

Nel settore della ricettività e rivolgendomi direttamente agli operatori del turismo la chiamerei “Ultima Chance“!

Mi spiego partendo dalle origini.

Definirei quella attuale la terza era del Turismo che ha vissuto una prima era pre-internet, una seconda caratterizzata dall’avvento della rete e quella attuale che definiamo era del web sociale e partecipativo.

Scendendo nel dettagglio e limitando il concetto all’ albergatore vediamo come egli ha vissuto il passaggio tra le varie fasi.

Senza girarci troppo attorno e rendendo onore alla mia antipatica vena polemica direi che, gli albergatori, si sono caratterizzati per un insano immobilismo, una percezione differita delle potenzialità ed una pericolosa inconsapevolezza condita da un pizzico di presunzione ed arroganza.

Se questa è la premessa, penserete, il seguito sarà da querela.

Beh, mi limito a fare una fotografia del passato, del recente presente e di un futuro che è già presente per pochi e mai lo sarà per i tanti.

Nell’era pre-internet il percorso tra albergo e turista passava inevitabilmente attraverso un percorso intermediato dagli operatori con una piccola percentuale di clientela che, se ben curata si fidelizzava e faceva del sano passaparola. Poco altro da fare se non qualche iniziativa promozionale, tante fiere e le conoscenze giuste.

Arriva internet e viene detto all’albergatore che il mondo cambia e che esiste un canale diretto per poter “disintermediare”. Disintermediazione diventa uno slogan commerciale e gli 0% si sprecano e fanno breccia nell’immaginario del gestore dell’albergo. Il problema è che avrebbero dovuto dire loro che il sito non è un dipendente in più ma una risorsa da gestire e curare. Nel frattempo l’avvento delle OLTA, delle agenzie on line, ha reso questo processo di consapevolezza meno agevole.

L’albergatore memore delle passate esperienze e degli errori di delega assoluta della commercializzazione ai Tour Operator tradizionali cosa fanno? Ripetono, esattamente, lo stesso errore consegnandosi ad una colonizzazione commerciale e reputazionale.

Questi operatori, le OLTA, non essendo fondazioni di mutuo soccorso o opere pie e caritatevoli hanno tirato la corda e la corda è diventato un…cappio.

Scusa, eri partito dal sito che c’entra tutto questo? C’entra c’entra perchè questo scenario non si è materializzato per volontà divina. Esso è stato il risultato della sottovalutazione delle potenzialità del proprio sito e della scarsa attenzione a particolari che avrebbero potuto fare la differenza!

Chance persa, e siamo alla seconda.

Ora la terza era, quella che chiamo “Ultima Chance” o “3° Opportunità” apre una breccia in quello scenario di colonizzazione e di dipendenza. Il sito web è stato sostituito da una presenza web che lo vede al centro di hub che canalizza la comunicazione di un albergo attraverso molteplici risorse. Un vero e proprio ecosistema digitale avvolge il sito amplificandone o mortificandone le performance.

L’utente è cambiato, diventando consapevole e partecipativo. L’albergatore cosa risponde: “non ho tempo per stare appresso a sti Social Network:(

Le parole, ascolto, condivisione, partecipazione, formazione non hanno mai fatto parte del lessico e del bagaglio culturale di soggetti che vendono ospitalità, calore, emozioni, sogni…una vera e propria contraddizione in termini.

Mi sono dilungato troppo ma volevo far capire ai miei cari amati/odiati amici albergatori che non si tratta di cambiare il sito dovete cambiare la testa!

Augh!

5 Comments

5 Comments for this post

  • Ciao Antonello,
    avevi detto che arrivavi alla querela e mi sembra di rivivere situazione a contatto con albergatori che dicono, come dici tu:” non ho tempo per stare appresso a sti Social Network”.

    Sembra di avere a che fare con persone che se gli offri un giocattolo per far arrivare i loro ospiti sono disposti a comperarla e a pagarla anche cara.

    A loro basta riempire le camere….

    Credo che questa sia solo la mentalità di certe persone “anziane” che non hanno più lo spirito del vero albergatore e si trascinano nel tempo per portare avanti la loro attività.

    Spero e credo che la nuova generazione sia migliore, più dinamica, pronta al miglioramento continuo.

    Ciao e grazie per l’articolo.
    Una buona serata
    Giuseppe

    Giuseppe7 anni ago REPLY
  • Antonello mi fai morire! La situazione effettivamente è come tu la descrivi, visto che anche secondo me siamo arrivati ad una fase cruciale, poichè chi rimane indietro difficilmente potrà recuperare il terreno perso.
    Gli hotel che non attuano oggi una strategia di web marketing convincente, per il futuro avranno sempre meno chance di ottenere la giusta visibilità online.
    Per esempio in ambito SEO ottenere dei risultati è diventato molto più complesso per 2 motivi principali:
    1) i motori di ricerca sembrano essere sempre più diffidenti verso i nuovi siti, soprattutto se straottimizzati.
    2) i siti che si trovano stabilmente nelle prime posizioni hanno ormai una storia, ed un trust che li rende quasi inamovibili dalla serp, insomma non li schiodi manco a cannonate.
    Questo solo per parlare di un ambito del web marketing, ma anche per il resto il discorso è lo stesso.

  • Ciao Enrico che piacere risentirti, per il resto siamo concordi nel…concordare :)

  • Hai dipinto un quadro perfetto. Io lo penso da tempo.
    Ho un B&B, faccio webmarketing, mi diverte tantissimo e credo sia indispensabile. Ne raccolgo i frutti.
    C’è da dire poi che i miei ospiti avvertono, qui, la stessa accoglienza amichevole e familiare che hanno on line.
    Grazie e buon lavoro.
    Michela

    Michela7 anni ago REPLY
    • Grazie Michela, anche per la richiesta di amicizia su FB.

      Grazie anche per la tua testimonianza che conforta le mie considerazioni.

      Buona Giornata

luglio: 2010
L M M G V S D
« giu   ago »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivi

Categorie

Privacy Policy
  • Studio Maresca - Vicolo Belfiore,1

  • 37067 Valeggio sul Mincio [VR] - P.IVA 05093741212