Blog
18 agosto 2009 by Facebook, Social Media

Facebook: attenzione agli autogol

Qualche giorno fa sono stato all’ennesima sagra umbra a Lugnano in Teverina (si mangia bene…nel mio personalissimo cartellino da top 10) e mi è capitato di assistere al concerto di Povia.
A prescindere dai miei gusti o non gusti musicali ho trovato piacevole lo spettacolo alla presenza di qualche migliaio di spettatori. Forse non si è ancora capito ma non volevo parlare di musica e concerti…tanto meno di sagre :-)
Il centravanti di mestiere (questo è il titolo dell’ultimo lavoro di Povia) rischia di fare un’autogol. Tutto lo spettacolo è “mosso” da approcci antisistema, più o meno opportunistici e populistici… ma anche questo non ci interessa. Ci interessa verificare come vengono utilizzate le strategie 2.0 da parte di questo artista.
Trovo interessante il tentativo di costruzione di una community attraverso la sollecitazione all’invio di sms, accesso ai siti riservati da cui poter vedere gli spettacoli live in streaming e quelli precedenti, l’invito a visitare la pagina Facebook etc. etc.
Bravo, ho pensato, accipicchia vedi il tanto bistrattato Povia mena colpi di coda e si affida, con intelligenza, ai nuovi social media.
Beh…non mi pronuncio sulle altre risorse a cui ho fatto cenno, ma se visitate la pagina Facebook di Povia (url non personalizzata) trovate in Bacheca dei sermoni, francamente, poco entusiasmanti ai quali l’artista, dopo aver sollecitato la discussione, si sottrae alla replica (non c’è presenza di partecipazione). Ancor più grave è la situazione presente nell’area delle discussioni dove i fans tentano di rispondere a due (che secondo me hanno poco da fare nella vita) che mettono impegno e “citazioni” per denigrare il cantante…ecco, a proposito ma il cantante dov’è???
Caro Povia, quando mi lamentavo per gli impegni che affrontavo, mia nonna, mi diceva “hai voluto la bicicletta e adesso pedala”. Mi permetto di darti un suggerimento (che vale per tutti, albergatori compresi): se vuoi fare il centravanti di mestiere fai attenzione a non fare…autogol!
I Social Media non vanno solo attivati e sbandierati ma vanno gestiti e vissuti con partecipazione ed impegno…vi saluto…che mi hanno fatto un assist e provo fare, finalmente, GOOOOOOL!

tagged: ,

5 Comments

5 Comments for this post

  • E dal giusto esempio che riporti tu, me ne viene in mente un altro a cui ho assistito in prima persona.
    Facevo parte della pagina dei fan di una presunta associazione in difesa degli animali.
    Un sacco di persone che richiedevano infomrazioni e consigli sui propri animali domestici. Ci saranno state una cosa come 1000 e passa domande e 0 risposte da parte dell'associazione.
    Totale dei fan: più di 40.000

    Dopo un chiarissimo commento denigratorio nei loro conftonti, mi sono tolto dai fan e ho fatto promozione tra amici e conoscenti per invitarli a fare lo stesso.

    Essere sui social media, e poi non rispondere alle sollecitazioni degli utenti, è pari a non esserci.

    PS= ovviamente non hanno risposto nemmeno alle mie critiche. L'unica soddisfazione è stata vedere molte persone cancellarsi da quella pagina!

    Danilo8 anni ago REPLY
  • Invece ti sbagli perchè se tu scrivi, lui risponde a tutti. Può essere che essendo in tournèe gli sfuggano messaggi ma privatamente risponde sempre. Ha, dal 2005, sempre avuto un rapporto diretto con la gente. Fai una prova, mandagli questo che hai scritto e poi mi dici. Io seguo Povia da sempre, lui può avere idee e pensieri condivisibili e non ma non ha mai rifiutato un dialogo.

    Anonymous8 anni ago REPLY
  • Sui Social Network dovresti evitare di rispondere in privato a discussioni collettive…Comunque non volevo entrare in polemica, volevo solo segnalare un caso di non eccelsa gestione di una risorsa "sociale".

    Ti ringrazio per il tuo contributo a questo blog.

    Antonio Maresca8 anni ago REPLY
  • SONO POVIA,
    SU FACEBOOK RISPONDO SEMPRE E COMUNQUE SIA IN PUBBLICO MA SOPRATTUTTO IN PRIVATO.
    CONTATTAMI IN PRIVATO SE VUOI PARLARE.
    NON L'HA ORDINATO NESSUNO DI SCRIVERE PER TUTTI TANTOMENO TU. NON C'E' UNA REGOLA.
    A PARLARE IN PRIVATO SI APPROFONDISCE LA DISCUSSIONE E ANCHE SE CI SI METTE PIU' TEMPO, SI PUò ARRIVARE AD UN "ACCORDO" E AVERE UN DIALOGO VERO, AD UNO AD UNO, PERSONA DOPO PERSONA.
    TU CONTINUA AD USARE LA GENTE TUTTA INSIEME COME UN GREGGE DI PECORE, IO NO.
    L'AUTOGOL TE LO SEI FATTO TU PER ORA.
    NON HAI AVUTO NIENT'ALTRO DI MEGLIO DA FARE CHE PARLARE DI ME.
    E CONTINUO A RIDERE.
    LE COSE BELLE DEL LIVE TIPO GLI SMS ETC.. LE HAI SCRITTE IN PICCOLO IN MODO CHE SI VEDONO POCO… TIPICO ATTEGGIAMENTO DI UNO SFIGATO INVIDIOSO CHE NON CE L'HA FATTA;-)))
    POVIA RINGRAZIA L'ENNESIMO STOLTO CHE FA FINTA DI ESSERE COLTO METTENDO IN MEZZO LA NONNA;-))))))
    CIAO PIRLA.
    Giuseppe Povia.

    P.s. LA frase della bicicletta è più vecchia della tua nonnina.

    Anonymous8 anni ago REPLY
  • Beh Povia o non Povia hai dimostrato quello che sei…da solo.

    Buona fortuna e grazie ancora per aver degnato questo blog della tua attenzione.

    P.s. Gradirei che la conversazione finisse qui…

    Antonio Maresca8 anni ago REPLY

Archivi

Categorie

Privacy Policy
  • Studio Maresca - Vicolo Belfiore,1

  • 37067 Valeggio sul Mincio [VR] - P.IVA 05093741212